venerdì 28 aprile 2017

Ecologia con Spiritualità

Risultati immagini per paramadvaiti swamiCaro lettore,

In questa edizione del Bollettino Darshan vorrei trattare un tema molto importante per tutti noi: l'Ecologia, in particolare l'Ecologia Vaisnava. La cultura vedica ci insegna molto riguardo l'ecologia; un esempio di ciò riguarda Srimati Tulsi Devi. Nella sacra India ci insegnano ad adorare Srimati Tulsi perchè è la pianta della devozione. Inoltre, simbolizza il rispetto dovuto a Madre Natura.
In questo mondo tutti noi siamo sostenuti dalla meravigliosa natura. E' la cosa più importante che abbiamo a disposizione nel mondo del visibile, come il sole che ci da la luce illuminando la bellezza dei fiumi, delle piante e delle foreste. E' la forma universale di Dio conosciuta come virata-rupa.

Comportarci in questo mondo con rispetto, prendersi cura del corpo che abbiamo per avanzare spiritualmente ed essere causa di armonia ed allegria negli altri; tutto questo viene chiamato coscienza ecologica olistica, biologica.

Possiamo godere della bellezza della Natura se adottiamo una corretta attitudine, ma se ci troviamo nella modalità dello sfruttamento, se vogliamo solamente prendere dalla Natura, se tagliamo alberi innecessariamente, se contaminiamo con pesticidi la Terra, se adulteriamo le sacre sementi mediante la genetica, tutte queste attività ci condurranno all'autodistruzione. Si vede già nella società moderna, che non ha alcun rispetto per madre Natura, e ci ritroviamo sempre più malati, disagiati fisicamente e psicologicamente, e la responsabilità di tutto ciò è solamente nostra.

La Ecologia Vaisnava, o Vedica, è molto sana: cercare di consumare solo il necessario, vivere senza agenti contaminanti nel nostro cibo e nella nostra mente. Per esempio, drogarsi per sentirsi “felici” è troppo disastroso per l'ecologia del nostro organismo. Forse per un momento potrà sembrare gradevole, ma in realtà ci priva della nostra facoltà più importante: amare gli altri.

Così, l'Ecologia Vedica ha molte implicazioni, come la medicina Ayurveda, che è preventiva e consiste nella comprensione di ciò che è buono per il nostro organismo. L'Ecologia Universale è qualcosa di esperito nella cultura vedica, una cultura colma di saggezza per ogni settore della vita. Significa vivere in armonia con tutto quello che si trova attorno a noi, permettendoci di stabilire un'attitudine aperta e contagiosamente entusiasta con tutti gli altri, ispirando automaticamente la gente a migliorare.

Ecologia Vaisnava significa comprendere che tutti siamo parte di un grande progetto divino. Ognuno di noi possiede una capacità e, usandola per servire Dio e gli altri, facciamo parte dell'armonia ecologica del pianeta, così come lo fanno i nostri cari devoti in ogni eco-villaggio, con bellissime costruzioni fatte di bambú e altri materiali naturali, che abbelliscono ogni luogo grazie ai doni di Madre Terra. Di seguito mostriamo alcuni di questi luoghi.

Vi lascio con grande affetto,

Swami B. A. Paramadvaiti

Mayapur
Mayapur

Pamplonita 
Pamplonita


Bogotá

Bolivia

venerdì 3 giugno 2016

"Qualità innanzi a tutto..."


 Bollettino Darshan 056 - Maggio 2016

Stimati lettori, 

ci troviamo già a metà anno, sicuramente con tanti obiettivi e mete da raggiungere, con molti progetti e piani. Tuttavia, non siamo mai ottimamente situati. Sri Krishna ci educa in  modo tale da farci sentire sempre incompleti. I problemi sono comuni in questo mondo, ma chi medita in Krishna possiede un orizzonte positivo. Se desideriamo che i templi abbiano successo, dobbiamo ricercare la qualità, non vogliamo templi pieni di persone che ci stanno solo per starci. Cerchiamo qualità, non quantità. Krishna ama i devoti amorevoli arresi al Suo seva; per questo motivo, diventa un vero devoto che offre il proprio sforzo, l'aiuto amorevole e l'entusiasmo al servizio degli altri. Un devoto genuino dà sempre il buon esempio, è sempre corretto con tutti, si preoccupa che tutti si sentano bene, che siano felici. Non dice bugie, è onesto, amorevole, ed è sempre un buon consigliere disposto ad aiutare gli altri. Così, diventa un bravo devoto, senza nessuna mediocrità, perchè non potrai avere il tuo Maestro Spirituale tutto il tempo, che faccia il lavoro di offrire sollievo al posto tuo. Tu devi diventare Maestro Spirituale, questa è stata l'istruzione del Signore Caitanya. Io non lascerò la Missione nelle mani di una o due persone. Tutti devono diventare leader. Siamo venuti per amare e per sacrificarci per gli altri, e per questo motivo devi aiutare la predica del tuo tempio, o aprirne un'altro, se con il tuo hai dei contrasti. Realizza, però, questo ideale. 

Nella vita spirituale è molto importante essere cauti, perchè quello che ci porterà successo sarà la cautela nel fare bene le cose. Perfino per avere buone relazioni è necessario curare i piccoli dettagli. Le buone relazioni sono molto importanti, per esempio, se un presidente di un tempio si nutre dell'entusiasmo dei devoti. Dovrebbe avere una relazione molto intima e amorevole con i devoti del tempio che si sono consacrati ad aiutare i giovani devoti ad avanzare.

Se non siamo decisi a servire la verità e imparare ad amare Dio e tutti i suoi figli, allora non ci troviamo realmente nel piano positivo. Siamo schiavi della relatività. La nostra meta e la nostra realtà sono due poli differenti. Srila Prabhupada e i devoti guidati come lui dai loro maestri, e il Signore Supremo, sono capaci di liberarci da questa scizofrenia di desiderare la felicità agendo in un modo che trae solo sofferenza. Un nuovo giorno e una vecchia realtà. Passiamo vita dopo vita senza desiderare di cambiare o di arrenderci veramente. Arriviamo così in questo Kali Yuga, e ancora non vogliamo smettere di essere egoisti sfruttatori, controllori e falsi padroni. Siamo abituati a pensare da questo punto de vista, di come poter trarre profitto, e di come aumentare la circonferenza del nostro karma. Un devoto fortunato sarà chi possiede il proprio servizio e la propria meta nello stesso punto trascendentale. Entusiasmo per le sue mete trascendentali. Pensate in grande e vedrete come le sorprese si manifesteranno. Non retrocedete neppure per raccogliere nuovo slancio....



sabato 9 aprile 2016

"Diamanti da Condividere..."


timthumbStimato lettore, quando ascolto i meravigliosi insegnamenti degli Acarya del passato, vorrei tornare di corsa a fare sankirtan, vorrei tornare a distribuire questo messaggio così importante, i Santi Nomi. Molte volte dimentichiamo quanto valore hanno le cose che ci hanno dato, e pensiamo: "Si, se il sankirtan è buono, faremo una buona colletta"…Sankirtan, però, non significa collettare donazioni, benchè grazie ad esse i nostri templi si mantengono;  sankirtan significa contattare e connettersi con persone e dar loro diamanti. Di seguito, un dialogo di esempio per ispirarci in questa eterna maratona di sankirtan: 

 "Signore, per favore, venga e ascolti quello che ho da dirle… -Mi dica...  -Le vorrei regalare diamanti  -Vuole scherzare? -No no, non sto scherzando, ho diamanti tra i più belli, brillanti e unici... e puoi averli anche tu. I miei Maestri Spirituali posseggono la capacità di dare questi incredibili e inestimabili diamanti, e vogliono condividerli con tutti. Per favore, ascolta e prendi questo libro-diamante...  -Wow… mmm… Non mi stai mentendo?  -Non ti sto mentendo, questa è la mia vita e la condivido con te...  Adesso sto vivendo una vita meravigliosa ed è mio dovere condividerla distribuendo questi meravigliosi diamanti; se non distribuisco questi diamanti non merito di averli neppure io. Nel mondo materiale diamanti significa: prendilo, pretendilo, nascondilo e mettilo sotto chiave. Nessuno andrà per il mondo urlando: " Guardate che diamanti posseggo; ne volete uno?". Avrebbero solo paura che qualcuno glieli porti via.  I devoti di Krishna hanno i migliori diamanti, i diamanti di Srimati Radharani, e sono molto intensi, ti colmano la vita e diventano essi stessi la tua vita, una vita colma di diamanti, diamanti di Bhakti. Grazie, Srila Prabhupada, per averci regalato questi preziosi diamanti. Te ne siamo eternamente grati... 

Voglio che sappiate che tutti voi siete più meravigliosi e brillanti di qualsiasi diamante di questo mondo. 

Con tanto amore, Swami B. A. Paramadvaiti...

giovedì 31 dicembre 2015

Collegandoci con un nuovo anno.

kivavarsana2015-679x453Quest'anno è stato rivoluzionario, con tantissimi regali e, senza dubbio, con molte prove. Così è la missione di Krishna. Come dice Srila Prabhupada, “Per ogni passo indietro, ce ne sono tre in avanti”. Personalmente sono molto grato, nonostante non meriti di avere una associazione così meravigliosa e nemmeno così tanti bei progetti, ma poichè appartengono a Srila Prabhupada e non a me, non mi resta altro che assistere tutti voi. Alcuni di essi sono così notevoli che rimane difficile spiegarli a parole, come per esempio “la cueva de la rendicion” (La grotta della resa), uno dei sette pozzi di guarigione a Goloka. E' un'opera d'arte così bella che penso che Visvakarma in persona l'abbia fatta, o Sri Krsna stesso.
Occorre lottare per continuare ad avanzare, e non finirei mai di ringraziare tutti voi per tutte le cose meravigliose che avete fatto. Tuttavia, benchè possa sembrare sorprendente, considero che la rivelazione delle "Naciones Unidas del Espíritu" (Nazioni Unite dello Spirito) accaduta ora a Varsana, Colombia, è l'avvenimento più importante da quando la nostra predica è iniziata. Voglio spiegare perchè penso questo.
Il mondo è segnato dalla divisione e dai litigi. La gente non riesce a mettersi d'accordo su niente, e perfino nei popoli antichi che ho potuto conoscere, ho visto cattive relazioni e disprezzo tra di loro. Per questo motivo, questa riunione di anziani ed anziane di tante tradizioni ancestrali, i quali si sono accordati per qualcosa che porta benessere per il mondo intero, costituisce un documento unico che loro stessi hanno chiamato "Las Naciones Unidas del Espíritu". E' un richiamo unico all'unione della spiritualità universale.
Solo nelle istruzioni illuminate di Sri Caitanya Mahaprabhu e le azioni universali di Srila Prabhupada ho trovato questa generosità, e per questa ragione siamo giunti alla Coscienza di Krishna. Non per minimizzare altre persone, molto meno per trarre profitto da alcune risorse materiali donate a krishna  dalla gente, come abbiamo visto perfino nella missione di Srila Prabhupada in certe occasioni. (Mi riferisco alla destinazione di fondi raccolti da tanti per l'interesse di pochi ). Tutto è per Dio. Questo è ciò che ci ha insegnato il nostro maestro. La dichiarazione delle "Naciones Unidas del Espíritu" è qualcosa che possiamo metterci in testa come qualcosa di non settario, con la conoscenza essenziale e senza escludere nessuno. Poichè questo pronunciamento è emerso da una riunione  fatta a Varsana, mi rende così felice che potrei solamente paragonarlo con l'installazione delle Divinità.
I dettagli, le preghiere amorevoli, sono molto belle, li rispettiamo, ma la cosa più  importante è stato il risultato, e la visita di una sonda cosmica mi ha lasciato senza parole. Non so da dove venisse, ma l'ho percepita come di buon auspicio , nel momento stesso in cui gli anziani erano riuniti e stavano firmando la fondazione delle Naciones Unidas del Espíritu. Forse state pensando che sono pazzo, ma lì c'è la foto e le documentazioni, e Gurudeva Atulananda è mio testimone, del fatto che è apparsa questa luce in quel preciso momento.
Naturalmente, non voglio presentare questo evento come un evento vincolato al Vaisnavismo, perchè toglierebbe importanza di fronte alla visione di tanti, e anche credibilità. Però siamo definitivamente sottoscritti al fatto storico, e così come accettiamo Ikwashendwna, i guardiani della natura, adesso accettiamo le Naciones Unidas del Espíritu come qualcosa di più facile da comprendere. Perfino Ikwashendwna e i mamos Lorenzo, Luntana e Atikiwa erano presenti e hanno firmato. Anche il Sindaco con sua moglie hanno firmato il documento.
A parte questo, quest'anno "un tempio in ogni casa". Una isola nel tigre, il tempio di Santiago, i permessi per la casa a Lima, le molte fattorie che ci hanno regalato per servire Prabhupada come Madhuram a Barranquilla, la fattoria a Bahía e Bhaktidham, sono così tante cose che posso solo dire grazie al movimento del sankirtan. Facciamo in modo da mantenerci uniti, perchè l'orgoglio precede la caduta, come ben sappiamo.
Un'altra notizia che mi rende felice è che il governo dell'India ha fatto una donazione a Vrindavan, a Helping Hands, e hanno concesso un'autorizzazione per fare un grande e bellissimo Imlitala ghat per Mahaprabhu,di fronte alla nostra porta del Yamuna Kuñja, e dovrei piangere di emozione per questo.
Che Sri Krishna ci mantenga cantando Hare Krishna, per favore, perchè questo maha mantra ci ha portato fino a quì.
Con molto amore e gratitudine a tutti,
Swami B.A. Paramadvaiti

domenica 6 settembre 2015

Ricordando l'essenza di Darshan

Cari lettori,
In questa edizione vorrei approfondire il proposito per il quale  abbiamo dato inizio all'invio del Bollettino Darshan. Darshan è il mio tentativo di servire la mia famiglia e il mio Maestro spirituale. Come sapete, non posso parlare personalmente con ognuno di voi  molto spesso,  e per questo motivo mi rende molto felice poter inviare questi messaggi mensili per rimanere in contatto e condividere notizie provenienti dai vari luoghi di predica.

giovedì 9 aprile 2015

La Pulizia della Coscienza

Risultati immagini per ParamadvaitiCari lettori,
In questa edizione scrivo sull’importanza dell’apprezzare ciò che Sri Krishna ci presenta nella nostra vita. Quando una persona ascolta qualcosa riguardo la Coscienza di Krishna, dentro di sè si risveglia un sentimento molto speciale; succede perchè dal nostro cuore ascoltiamo le istruzioni di Dio. Ciò che ascoltiamo dalla fonte autentica del nostro essere interiore non è qualcosa di estraneo, non è qualcosa di imposto e neanche di ingannevole. Non è nemmeno qualcosa di dispotico ne qualcosa di somigliante alle migliaia di illusioni che abbiamo sperimentato qui, nel mondo materiale; si tratta, invece, di qualcosa di meraviglioso. Per esempio, quando ascoltiamo ciò che il Signore ci dice nella Bhagavad-Gita riguardo le istruzioni morali, immediatamente ci rendiamo conto che tutto deve essere così, lo sentiamo così. Noi, nella società attuale, siamo spinti ad affrontare migliaia di situazioni contrarie al nostro vero interesse, e anche in questo il cuore ci indica se stiamo facendo qualcosa di male.
Qualcosa da dentro ci consiglia di smettere di fare cose stupide, e la nostra coscienza richiama continuamente la nostra attenzione. Cosa c’è dentro di noi che ci fa accettare una cosa come buona e rifiutarne un’altra come cattiva? E’ come una coscienza al di sopra di un’altra coscienza. La coscienza si trova al livello del pensiero, ma la subcoscienza è una coscienza che si trova sotto la coscienza, e viene chiamata anche intuizione.
Dobbiamo essere determinati nelle nostre decisioni spirituali. Delle prove si presenteranno sempre di fronte a noi, ma ciò che ci aiuterà ad andare avanti è capire che non possiamo capire tutto; però possiamo capire che si può amare. Puoi stare in compagnia dei devoti, prendere prasadam, e il tuo viaggio verso Krishna è assicurato. Non devi preoccuparti di altre cose. I devoti non pongono condizioni, Mahaprabhu dice: “Voglio essere Tuo servitore vita dopo vita incondizionatamente”, e questo è qualcosa di speciale. Dire che non voglio servire, e pretendere che qualcuno faccia qualcosa per me, non è una buona attitudine. Questo tipo di mentalità scomparirà solo quando rimaniamo attaccati a Srila Prabhupada e ai Suoi insegnamenti, perché ci sentiremo compromessi nel continuare a difendere l’essenza del Bhakti Yoga in ogni situazione.
Ascolta la tua coscienza spirituale, il tuo sé interiore ti consiglia ad ogni momento come agire. Per esempio, se vuoi smettere di criticare gli altri, parla delle loro qualità. Srila Bhaktisiddhanta aveva questo modo di fare. Se dici cose brutte degli altri, anche se sono vere, queste cose entreranno nella tua mente, incoscientemente ti influenzeranno e il tuo livello di coscienza si degraderà. Non possiamo servire  Krishna direttamente, però possiamo servire i devoti, e quando i devoti sono felici, Krishna è felice. Per questo motivo, quando apprezzi ciò che fa un vaisnava, automaticamente molte benedizioni ti arriveranno e ti renderanno felice.
Oggi, nel mondo, c’è bisogno di una rivoluzione di amore. Sri Caitanya Mahaprabhu venne a fare una rivoluzione di amore,  Sri Nityananda ha potenziato questa rivoluzione, e Srila Prabhupada è il rivoluzionario autentico. Pertanto, abbraccia ciò che vivi ogni giorno, onoralo con fede per la tua crescita spirituale, e condividilo con gli altri. Il nostro sé interiore ci guida verso l’amore, verso un maestro spirituale genuino, verso Sri Krishna.
Regala sorrisi, tendi la mano agli altri per formare un circolo protettivo, per difendere ogni anima, perchè quando avverti forza e protezione, immediatamente capisci che qualcosa sta succedendo. Un grande regalo, e questo grande regalo viene da Sri Sri Radha Syamasundara attraverso il maestro spirituale. Nessun predicatore deve pensare che quello che sta dando è suo, e che possiede tutti i diritti riservati, e che magari gli altri debbano pagare qualcosa. Questo non è un messaggio di amore.
Lo sforzo reale è una vita di dedizione nell’aiutare gli altri. C’è chi decora il mondo con il denaro. Noi vorremmo che tu lo decorassi con l’amore, e che principalmente decorassi il tuo cuore con il Santo Nome del Signore.
Con affetto,
Swami B. A. Paramadvaiti


domenica 1 marzo 2015

"Chi è il tuo eroe?"

Risultati immagini per paramadvaiti
Bollettino Febbraio 2015

Caro lettore,
Grazie a Srila Prabhupada, il nostro eroe dell'amore, impariamo che esistono molte realtà in connessione con la Divinità, impariamo a rendere grazie a Madre Terra e a fare offerte a Dio, che è la fonte originale dell'amore. Grazie a Srila Prabhupada impariamo ad invocare la Divinità e l'energia superiore, essendo questo parte del processo di purificazione, dell'avvicinamento alla trascendenza.